Cibi Lucani

0

"Caseificio Lavanga"

 

LE ORIGINI:

Lavorare il latte è un’arte che nonno Ferdinando, capostipite della famiglia Lavanga, ha conosciuto molto presto, quando iniziò a produrre latticini utilizzando gli utensili di un tempo in legno e rame, con abilità e passione. Così, grazie alla lungimiranza di questo artigiano del latte, nel 1961 nasce a Tricarico,nel cuore della Basilicata, l’omonimo Caseificio Lavanga; da allora l’azienda si è distinta per professionalità e serietà dei maestri casari, puntando soprattutto sulla qualità della materia prima, e guadagnandosi nel corso degli anni un posto di rilievo nel mercato caseario locale. Il caseificio ha nel tempo diversificato la sua produzione di latticini, per soddisfare i gusti di ciascun cliente: mozzarelle, nodini, manteche, trecce, scamorze, ma anche ricotta, cacioricotta, caciocavallo (o provolone), anche nella tipica qualità “podolica”, molto rinomata e apprezzata. Ed è proprio quest’ultimo, il caciocavallo podolico, il fiore all’occhiello del caseificio Lavanga, dalla caratteristica forma a sacchetto bombato, prodotto con latte di vacca podolica, con l’aggiunta di solo caglio, sale e fermenti lattici. Questo tipo di formaggio si presta a un utilizzo molto speciale: il “caciocavallo impiccato “, una vera e propria prelibatezza, che consiste nel far sciogliere lentamente il caciocavallo appeso a una corda sulla brace ardente. Il formaggio rilascia tutti gli aromi derivanti dalla stagionatura del prodotto, ed è così pronto per essere spalmato sul pane. Il caciocavallo impiccato è  un rito antico della nostra regione, e grazie al caseificio Lavanga tale usanza è tornata in auge, guadagnando tanti consensi in tutta Italia. Infatti, grazie a questo prodotto, la fondazione Sapentia Mundi ha con ferito al Caseificio Lavanga i premi “La via della fede e dei sapori” e “ I sapori e gli odori d’autunno “. Premi meritati, dato l’obiettivo della famiglia Lavanga, costantemente rivolto a offrire l’eccellenza ai propri consumatori.

.

DAL PRODUTTORE

Iscriviti alla nostra newsletter

® 2019 I testi e le immagini sono di proprietà di ASSAPORA di Pancrazio Rivelli, ogni riproduzione è vietata.